3 parole da salvare. 

Tante e diverse ere ha attraversato l’universo. Ora tocca alle parole: un potente virus sta sterminando il vocabolario. Molte parole scompariranno per sempre. C’è la possibilità di adottarne alcune e salvarle per sempre. 

 Se doveste scegliere tre parole da portare con voi per tutta la vita, quali scegliereste e perché? 

Hamaika 

Annunci

45 pensieri su “3 parole da salvare. 

  1. Credo: “parole” per tenere a mente quanto è importante la lettura, l’apprendimento e la comunicazione nella vita di ognuno di noi;
    “scegliere” perché per me le scelte hanno un ruolo fondamentale;
    “indipendenza” perché mi ricorda la strada da percorrere e quella già percorsa durante la mia vita.

    Piace a 2 people

  2. Bellissimo post, ho letto e riflettuto anche su ciò che hanno scritto le amiche negli altri commenti e ho trovato tutto molto illuminante. Alla fine credo che ci siano parole che ci uniscono tutti e di cui non si può fare a meno.
    Le mie sono:

    Colore
    Parole
    Mare
    Un bacio

    Piace a 1 persona

    1. Grazie!!!! Sì in effetti anche per me è stato un bel momento di riflessione. Leggere i pensieri degli altri, le loro sensazioni, percezioni… È indagare anche meglio su di sé!!! Bellissime anche le tue ‘parole’, positive!!! Grazie buona giornata :*

      Mi piace

  3. Che bel post, però è anche un pò triste…salvare parole…io non saprei cosa salvare, le parole sono come le note musicali, come fai a strapparle dal pentagramma senza rimorso…io non lo so cosa sceglierei….Bel Post!! Bei commenti!! Libertà mi piace molto ad ogni modo ::)))

    Piace a 1 persona

    1. Grazie!!!! Sì hai ragione! Le parole sono tutte fondamentali ma avendole sempre se ne perde forse il significato è l’importanza, come con cose e persone. Volevo riflettere su questo con questo ‘gioco’. Grazie mille! 🙂

      Piace a 1 persona

  4. Intanto buon anno 🙂
    Ho letto l’articolo e i commenti: l’iniziativa è lodevole, non solo per le parole in sé ma anche perché invita i lettori a rappresentarsi attraverso le parole che scelgono. È forse uno dei modi più interessanti di dialogare e conoscersi.
    Pensando a quali parole salverei io, una che mi piace particolarmente è “senso”, sia come direzione sia come scopo e, volendo, come anima delle cose: se si perde il senso, che cosa rimane? Salverei anche “libro”, e a spiegare perché servirebbero mille articoli. Poi, prendendo un po’ più alla lettera il tuo invito, ho pensato a una parola che effettivamente sta uscendo dai vocabolari: “cavedio” (s.m. spazio vuoto completamente circondato dai muri di un edificio, sul quale possono aprirsi finestre ma di norma inaccessibile, come una specie di pozzo). Non è un concetto né un valore, è proprio un lemma puro e semplice, simbolicamente preso per rappresentare tutta la categoria dei relitti linguistici. Non so perché, le piantine delle case in vendita sulle riviste delle agenzie immobiliari mi hanno sempre affascinato…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...